Ragionamenti finanziari: giorno terzo

Dall’ultimo post abbiamo appreso che la Cina potrebbe scegliere di tenere il dollaro e la domanda che ci siamo posti era: potrebbe avere degli effetti positivi questo? Potrebbe risultare strategico?

Supponiamo dunque che la Cina tenga il dollaro e sul tavolo si generi altra attività.

Dopo che l’America ha dato il dollaro alla Cina (in cambio di un prodotto cinese) può aspettarsi da un momento all’altro che le venga chiesta la corrispondenza. Infatti quel dollaro che la Cina ancora detiene è una garanzia sull’oncia corrispondente e la Cina potrebbe volerla da un momento all’altro, quindi l’America deve muoversi.

Se l’America volesse fregare la Cina gli basterebbe stampare denaro. Abbiamo infatti appreso che stampare denaro non varierebbe la ricchezza dell’America ma, in questo caso, potrebbe far risparmiare once nel caso in cui la Cina richiedesse l’oncia al posto del dollaro che detiene. Cerchiamo di capire meglio questo punto…

Nel nostro caso avevamo detto che la Cina detiene il dollaro a garanzia di una delle 100 once che ha ancora l’America. Supponiamo che l’America stampi dollari e cambi la corrispondenza, la Cina potrebbe giustamente lamentarsi del comportamento sleale dell’America.

printing dollars
Figura 1. L’America stampa dollari ma il suo numero di once è lo stesso. L’America non ha aumentato la propria ricchezza e il dollaro perde forza perchè ci sono più dollari e stesso oro.

A seguito della stampa americana la Cina sembrerebbe abbia svenduto il proprio prodotto, in quanto lo aveva venduto per un dollaro, quando il dollaro aveva un’oncia a corrisponderlo. Ora il dollaro non ha più un’oncia a corrispondenza ma ne ha di meno e quindi la Cina si è impoverita.

chinaamerica.png
Figura 2. La Cina deteneva il dollaro a garanzia dell’oncia corrispondente americana ma l’America, approfittando dell’occasione, ha stampato dollari. Ora la Cina ha un dollaro che vale meno di un’oncia e si è quindi impoverita.

A questo punto la Cina è arrabbiata e può scegliere se chiedere la frazione di oncia che le spetta oppure aspettare e fidarsi dell’America, la quale magari ha una strategia. Abbiamo comunque scoperto che stampare denaro, sebbene non abbia effetti per il paese che stampa, può avere effetti sui paesi esteri e di conseguenza anche di reputazione per il paese che stampa.

Infatti un’America che stampa per dare una pugnalata alla Cina non è ben vista al tavolo e rischia, se non rimedia, di giocarsi la propria credibilità. L’America si sente ora in dovere di recuperare.

Per recuperare l’America ha imparato che deve cercare di aumentare l’export, ovvero deve cercare di vendere prodotti ai presenti al tavolo. L’America vende due prodotti uno all’Europa e uno alla Gran Bretagna e da questi chiede rispettivamente un euro e una sterlina. Avevamo appreso che sia Europa che Gran Bretagna avevano deciso una corrispondenza denaro:oro  di 1:1. Questo significa che l’America, ricevendo un euro e una sterlina, può chiedere la loro corrispondenza, cioè due once, di cui una europea e una inglese.

Supponiamo che l’America aveva stampato dollari fino ad arrivare a un rapporto denaro:oro  di 2:1. Questo significa che la situazione, prima della vendita dei prodotti americani a Europa e Gran Bretagna, è:

  • un dollaro lo ha la Cina
  • 199 dollari sono in America
  • 100 once sono in America
  • la Cina può chiedere indietro non più un’oncia ma sono mezza oncia

Siccome l’America ha venduto i suoi prodotti ora può richiedere le once corrispondenti e così la nuova situazione è la seguente:

  • un dollaro lo ha la Cina
  • 199 dollari sono in America
  • 102 once sono in America (le due in più sono una europea e una inglese)
  • L’europa ha 100 euro ma 99 once
  • La Gran Bretagna ha 100 sterline ma 99 once
  • il dollaro che ha la Cina ora vale 0.51 once
Picture1.png
Figura 3. L’America vende due suoi prodotti, uno alla Gran Bretagna e l’altro all’Europa. L’America chiede la propria corrispondenza e tara nuovamente il rapporto denaro:oro, recuperando parzialmente l’offesa inflitta alla Cina. La Cina, dall’attività Americana, ha recuperato parte della ricchezza che le spettava.

La Cina può scegliere se aspettare ancora o chiedere all’America poco più di metà oncia in cambio del dollaro che detiene. Se l’America continuasse la propria attività potrebbe, alla fine, non solo recuperare il rapporto dollaro:oro e riportarlo 1:1 ma potrebbe, a furia di rafforzare il dollaro, far arricchire la Cina.

Se l’attività dell’America fosse vorace e aggressiva potrebbe destare l’interesse delle persone presenti al tavolo e queste potrebbero decidere, vedendo che la Cina si arricchisce, di scambiare parte del loro denaro per il dollaro.

Supponiamo per esempio che il Giappone decida di comprare due dollari in cambio del controvalore in yen, cosa succederebbe in questo caso?

Questo e altri ragionamenti seguiranno nei giorni successivi. Ricordo ancora una volta che questi ragionamenti si basano su supposizioni che piano piano abbandoneremo, per avvicinarci alla situazione contemporanea. Logicamente, trattare così sintenticamente una cosa molto più complessa, induce a delle storpiature ma rende più tangibile la complessità dei flussi finanziari. Ritengo comunque costruttivo ragionare dal basso per poi abituarsi al complesso.

Nel prossimo post faremo finta che il Giappone compri dollari con il proprio denaro, che succederà?

Donazione

Ciao 🙂 ti è piaciuto il contenuto di questo post? Se la risposta è sì e/o vorresti vedere più contenuti effettua una donazione a tua scelta. Ricorda che in questo sito risolvo esercizi e se vuoi posso farlo per te. Potrai chiedermi la risoluzione di uno qualunque degli esercizi del tuo libro, a patto che questi siano di campi che posso trattare. Manda pure una mail a andrea.zedda@outlook.it. Ti aspetto, a presto!

€1,00

Autore: Andrea

PhD student | Biomedical Engineer | Telemedicine | Telerehabilitation | Investor

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...