Perchè i grafici non bastano

In una precedente discussione mi sono soffermato a dare le motivazioni del perchè preferisco le azioni, oggi cercherò di dire perchè guardare i grafici di un titolo qualunque non serve a molto.

Intanto per capire meglio la questione bisogna riflettere sul cosa rappresentano i grafici e cioè l’andamento del prezzo del titolo. Si provi a immaginare uno scenario particolare in cui vi avvicinate al panettiere sotto casa e gli dite che volete comprare il 10% della società. Il panettiere vi dice che altre due persone volevano comprargli il 10% della sua società e che uno gli ha offerto 15,000$ mentre l’altro gli ha offerto 10,000$, è il prezzo giusto? Sarebbe sensato offrire per esempio 17,000$?

Trovo sia difficile immaginare di dare 17,000$ per una società di cui non si sa niente a parte il prezzo del 10% della società. Una cosa facilmente intuibile però è che se il primo offerente avrebbe dato 10,000$ allora significa che valutava l’azienda 100,000$ mentre il secondo offerente, che avrebbe dato 15,000$ valutava l’azienda 150,000$. Comprare il 10% della società a 17,000$ significa valutare l’azienda 170,000$. Chi ha ragione tra gli offerenti? Quale è il prezzo giusto?

Una considerazione potrebbe essere questa: se il secondo offerente ha dato il 50% in più rispetto al precedente forse la società vale addirittura di più. Alternativamente potrei pensare che gli offerenti non hanno ragionato abbastanza sulla questione. Potrei dire che hanno offerto tanto perchè è l’unico panettiere in circolazione. Potrei dire tantissime cose ma appare evidente come non siano molto solide le fondamenta su cui si basano i miei ragionamenti riguardanti il prezzo.

Per ragionare meglio la prima cosa che dovrei sapere è se l’azienda che voglio acquistare è sana, se si sta espandendo, dove e come si sta espandendo, quale è il prezzo del pane che vende e quanti ne vende all’anno. Non devo tanto ragionare sul prezzo ma devo capire se il business che sto andando a comprare ha il prezzo giusto, gonfiato o è sottovalutato, perchè solo in quest’ultimo caso allora sarebbe un’occasione.

Tutte quelle tecniche matematiche complicate che vengono applicate ai grafici dei prezzi dei titoli sono abbastanza prive di significato. Infatti chi mi dice che dopo di me arriverà qualcuno che vorrà comprare il 10% della società del panettiere a 18,000$? Mi basta il fatto che io sia il maggiore offerente per stabilire che qualcuno offrirà di più?

Mettere in moto i propri capitali per movimenti di speranza forse non è la strategia migliore. Forse la strategia migliore sarebbe quella di sedersi con il panettiere e parlare con lui dell’azienda, in modo da valutare se si è disposti a pagare il prezzo che propone per il suo 10%.

La cosiddetta analisi dei fondamentali dei titoli serve proprio a questo, a non effettuare l’acquisto di titoli solo perchè stanno salendo, solo perchè c’è un migliore offerente. Non è assolutamente detto che ci sarà sempre un miglior offerente. Il più delle volte infatti il momento migliore per comprare titoli è proprio quando la valutazione di mercato sta scendendo. Fare l’analisi dei grafici tramite strumenti matematici non aiuta in nessun modo, non porta a nessuna direzione concreta, se non alla speranza di avere ragione. Le cosiddette analisi tecniche sui grafici non trovo dicano niente di più e niente di meno di quello che già non si possa dire a occhio.

Sono abbastanza sicuro che c’è tanta gente che quando compra uno smartphone ne valutate tutte le caratteristiche tecniche a lui/lei possibili. L’invito è quello di aprire i bilanci dei titoli e valutarne tutte le carattestiche possibili, esattamente come si farebbe per gli smartphone. Guardare gli indicatori finanziari aiuta a interpretare ancora meglio i bilanci, che sono le vere specifiche tecniche delle aziende, oltre al modello di business.

Analisi dei costi e del rischio per un acquisto di opzioni call Apple

Immaginiamo di voler valutare le opzioni call Apple con prezzo e cambio valuta euro-dollaro a sabato 21 marzo 2020, e quindi a mercato chiuso. Supponiamo lo scenario nel quale si voglia acquistare le opzioni di tale società utilizzando la piattaforma PLUS 500. Continua a leggere “Analisi dei costi e del rischio per un acquisto di opzioni call Apple”

Apprezzamento della valuta

Recentemente il primo ministro Boris Johnson ha conquistato la vittoria alle elezioni della Gran Bretagna, provocando un’impennata di valore della sterlina. Gli speculatori finanziari, che possedevano parte dei loro soldi in sterline, avranno gioito di questo evento. Tuttavia l’apprezzamento della valuta, dal punto di vista degli inglesi può costituire, sul lungo termine, un problema serio. Cosa succede quando la valuta apprezza, come nel caso della Gran Bretagna?

Continua a leggere “Apprezzamento della valuta”